Mercato immobiliare in crescita: nel terzo trimestre 2016 +8,9%

Cresce il mercato immobiliare in Italia, con scambi record e un balzo dell'8,9%. Ecco tutti i dettagli.

ripresa mercato immobiliare

La ripresa del mattone in Italia subisce finalmente un'accelerata. Il terzo trimestre del 2015, infatti, si è chiuso secondo quelle che erano le previsioni: convenzioni notarili di compravendita immobiliare per unità immobiliari complessivamente considerate che crescono dell'8,4% rispetto all'anno precedente, per un totale di 144.487.

Mercato immobiliare in Italia: le novità

A confermarlo, i dati Istat, che rafforzano i dati già forniti dall'Abi sulla crescita dei mutui. Complessivamente, guardando alle sole abitazioni, il rialzo è dell'8,9%, mentre per gli immobili a destinazione commerciale il rialzo è più basso, dell'1,6%.

Terzo trimestre positivo: i dati

Nella maggior parte dei casi, quindi, si tratta di una crescita formata da atti notarili relativi a immobili a uso abitativo (93,8%), mentre per il restante 5,6% si tratta di unità immobiliari ad uso economico e per lo 0.6% di immobili a destinazione speciale o/e multiproprietà.

Come dichiarato dall'Istat: "la crescita coinvolge tutte le ripartizioni, sia per il complesso delle compravendite di unità immobiliari sia per i trasferimenti ad uso abitativo ed accessori". Tuttavia, per entrambe le tipologie immobiliari, si osservano valori sopra la media:

  • +10,7% e +10,9% nel Nord-Est
  • +10,1 e + 10,8 nel Nord-Ovest

mentre per quanto riguarda esclusivamente i trasferimenti ad uso economico le variazioni positive si sono registrate:

  • nel Nord-Est +5,7%
  • nelle Isole +2,5%
  • nel Nord-Ovest +1,8%

mentre al Sud e al Centro ha percentuali negative, seppur di poco: -1,3% e -0,8% rispettivamente.

Variazioni molto positive sullo stesso trimestre dell'anno precedente (+29,2%) si registrano per le convenzioni notarili per mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare stipulati con banche o soggetti diversi dalle banche. Si ricorda, sul punto, che rispetto all'Abi (che ragiona per valori), nel caso dell'Istat si parla di numero di atti.

La crescita di mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca è forte in tutte le ripartizioni geografiche, con percentuali sopra la media al Sud (+37,5%), Isole (+30,3%) e Centro (+29,9%). Mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca chiudono i primi nove mesi del 2015 con un aumento del 20,4%, per un totale di 242.039 convenzioni.

Leggi anche > Pensioni, minimi, imposte: ecco le 7 novità del 2016!

Tag: Agenti Immobiliari, Immobiliare

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com.

Riproduzione riservata ©

Autore: Redazione

Redazione

La Redazione di Smart Focus è composta da esperti in fiscalità e tributi (commercialisti, fiscalisti e tributaristi), in normative e legislazione (notai ed avvocati) nonché da professionisti (ingegneri, architetti, geometri, esperti visuristi, agenti immobiliari), in grado di affrontare le tematiche di attualità economica, fiscale e tributaria con l’obiettivo di fornire sempre informazioni complete, chiare ed aggiornate in modo semplice ed immediato.

Potrebbero interessarti anche

Aggiungi un commento

TROVA CIO' CHE TI SERVE
    Visura Italia Smart Focus banner sidebar

    Iscriviti alla Newsletter

    Iscriviti per essere sempre aggiornato su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi.

    Seguici

    smart-focus-visureitalia-banner-pubblicita