Come richiedere un certificato carichi pendenti di un defunto

Il certificato carichi pendenti permette di verificare l’esposizione debitoria di una persona, fisica o giuridica, nei confronti dello Stato. È possibile richiedere un certificato carichi pendenti di un defunto? Risponderemo a questa domanda attraverso una vicenda che ci è stata esposta da un nostro lettore e che abbiamo contribuito a risolvere.

Il certificato carichi pendenti di un defunto

Il certificato carichi pendenti di un defunto

In questo articolo vogliamo appunto condividere una particolare casistica che riguarda il certificato dei carichi pendenti. La morte di un proprio caro porta con se, oltre la sofferenza, il dover sbrigare una serie di problemi burocratici ai quali spesso non si è preparati. Nell’eredità non sono infatti compresi solo i crediti, ma anche i debiti che gli eredi devono estinguere e pagare integralmente. Per questo bisognerebbe analizzare preventivamente la situazione e capire se c’è convenienza ad accettare o meno l’eredità o se farlo con beneficio d’inventario.

Il certificato carichi pendenti di un defunto

Un nostro lettore ci ha raccontato che il defunto padre aveva un credito fiscale nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, credito da lui ereditato. L’Ente di Riscossione, prima di procedere con il rimborso, ha voluto effettuare degli accertamenti per verificare che il de cuius non avesse anche dei debiti nei confronti della stessa Agenzia, in modo poi da compensare eventualmente le due poste. L’erede è stato quindi invitato dall'Agenzia delle Entrate a presentare il certificato carichi pendenti del padre defunto.

Abbiamo più volte parlato di questo particolare certificato, sopratutto nel caso in cui venga richiesto per società o per cessione di azienda. Il certificato carichi pendenti può essere rilasciato però anche per persone fisiche e, in ogni caso, verifica ed attesta:

  • l’esistenza di eventuali contestazioni che risultino già definite o in corso di definizione con l’Agenzia delle Entrate
  • la sussistenza di eventuali carichi pendenti, risultanti in anagrafe tributaria, relative a illeciti amministrativi, versamenti omessi o parziali di IVA, imposte diretto o imposte indirette o altri tributi

Richiedere un certificato carichi pendenti di un defunto

Per poter ottenere il certificato dei carichi pendenti, a prescindere dal motivo per il quale ne viene fatta richiesta, è necessario compilare un modulo. Si deve quindi presentare lo stesso modulo anche se si richiede il certificato carichi pendenti di un defunto. Vogliamo spiegarvi nel dettaglio come procedere.

L’erede deve prima di tutto predisporre un’autocertificazione attraverso la quale chiede il rilascio del certificato carichi pendente del de cuius. A questa deve allegare la fotocopia di un suo documento d’identità valido e il modulo di richiesta certificazione dei carichi pendenti. Quest’ultimo deve essere compilato inserendo nel primo riquadro “identificazione del soggetto d’imposta” i dati delle soggetto per il quale si sta richiedendo il certificato, quindi il defunto (codice fiscale, denominazione e domicilio fiscale). Seguono poi i dati dell’erede secondo la seguente formula:

Il/la sottoscritto/a NOME E COGNOME EREDE codice fiscale …………………………… residente in …………………………… in qualità di EREDE DI NOME E COGNOME DE CUIUS

Infine si dovrà contrassegnare il quadratino relativo alla motivazione per la quale si richiede il rilascio dei carichi pendenti relativi al soggetto d’imposta identificato in precedenza. Si tratta della voce “esistenza di carichi pendenti a seguito dell’interrogazione al sistema informativo dell’Anagrafe Tributaria ai fini delle imposte dirette, IVA, imposte indirette sugli affari ed altri tributi indiretti“.

Certificato carichi pendenti di un defunto: come ottenerlo online?

Per ottenere il certificato carichi pendenti non è obbligatoriamente necessario recarsi agli uffici dell’Agenzia delle Entrate, è possibile infatti ottenerlo anche online. Il certificato dei carichi pendenti online è generalmente disponibile in 30 giorni lavorativi, ma i tempi di consegna dipendono dalla spedizione del certificato da parte della Agenzia delle Entrate.

In relazione alla richiesta di certificazione ad istanza dell’erede per carichi pendenti relativi alle imposte dirette, all’IVA, alle imposte indirette sugli affari ed altri tributi indiretti, viste le risultanze del sistema informativo dell’Anagrafe Tributaria, verrà certificato che se risultano o meno dei carichi pendenti erariali in capo al defunto contribuente.

Tag: Come Fare Per, Privati

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com.

Riproduzione riservata ©

Autore: Michela Dessì

Michela Dessì

Laureata in Economia e Gestione Aziendale, si occupa dal 2015 di Web Marketing. Social Media Manager per VisureItalia, gestisce profili social e scrive per il blog aziendale. Segue e studia con passione i cambiamenti del mondo economico, le novità fiscali, le evoluzioni in materia normativa e tributaria. Nel tempo libero scrive di healthy food, insomma vive di passioni.

Potrebbero interessarti anche

Aggiungi un commento

TROVA CIO' CHE TI SERVE
    Visura Italia Smart Focus banner sidebar

    Iscriviti alla Newsletter

    Iscriviti per essere sempre aggiornato su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi.

    Seguici

    smart-focus-visureitalia-banner-pubblicita