Per i B&B nei palazzi serve l'approvazione del Condominio

Una nuova sentenza della Corte di Cassazione fa chiarezza sulla possibilità di aprire un B&B nel palazzo condominiale.

b&b nel condominio

Dopo essersi dimostrata più volte favorevole alla possibilità di aprire un B&B all'interno di un condominio, la Corte di Cassazione sembra essere ritornata sui suoi passi. Con la recente sentenza n. 109 del 7 gennaio 2016 ha disposto che non si può destinare un appartamento ad attività alberghiera, affittacamere o utilizzi similari se il regolamento di condominio vieta destinazioni di uso diverse da quella abitativa.

B&B nei palazzi: la sentenza

Il motivo? Per la Cassazione le attività di affittacamere, servizio alberghiero e bed and breakfast sono assimilabili tra di loro e sono tutte incompatibili con la destinazione di un appartamento condominiale ad uso abitativo. La conseguenza è che qualora il regolamento contrattuale di condominio vieti ai condomini altri utilizzi differenti rispetto a quello abitativo del proprio appartamento non sarà possibile intraprendere nessuna delle menzionate attività, fermo restando il consenso unanime di tutti i condomini di autorizzare il condomino anche in presenza del divieto.

Con il precedente orientamento, invece, la corte di Cassazione ammesso senza restrizioni l’attività di bed and breakfast e affittacamere, ritenendo che tali attività non comportassero un mutamento della destinazione d’uso degli immobili utilizzati come civile abitazione. L’apertura e l’avvio di tali attività non erano subordinate neanche all’approvazione dell’assemblea condominiale. Si tratta di un cambiamento di rotta salutato positivamente dagli albergatori, che guardano la crescita dei b&b nei palazzi senza regole e controlli con preoccupazione.

Attività di Bed and Breakfast nel condominio

Come deve essere svolta l'attività di bed and breakfast quando è ammessa dal condominio? Deve ovviamente svolgersi nel rispetto delle regole di pacifica convivenza condominiale e non deve dar luogo ad immissioni superiori alla normale tollerabilità o che comportino disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone. In mancanza, sarà possibile agire ex art. 844 c.c. quando rumori e altre immissioni superino la normale tollerabilità.

D'altro canto, per la stessa attività di b&b c'è bisogno di rispettare dei requisiti legati alla qualità dell'alloggio. Purtroppo, non sempre gli appartamenti hanno i requisiti minimi richiesti per garantire un’efficiente e opportuna ospitalità. Il regolamento richiede che:

  • le camere abbiano una superficie minima di 8 metri quadrati per utente, di 24 metri quadrati se le persone che richiedono ospitalità sono due, di 20 metri quadrati per tre utenti
  • siano arredate in modo tale da consentire il pernotto e la prima colazione.

Tra i requisiti dal punto di vista della durata occorre ricordare il limite di non esercitare l'attività di bed and breakfast per tre mesi l'anno (anche non consecutivi) e l’obbligo di mettere a disposizione degli ospiti un massimo di tre camere per un totale di sei posti letto.

Se l’attività è esercitata sforando dai predetti limiti occorrerà mettere in piedi una struttura di affittacamere che prevede sotto il profilo degli adempimenti amministrativi e fiscali un maggior rigore. Comunque sussiste l’obbligo per il proprietario di comunicare le generalità degli ospiti alle autorità di Pubblica Sicurezza.

Tag: Amministratori Condominio, News

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com.

Riproduzione riservata ©

Autore: Redazione

Redazione

La Redazione di Smart Focus è composta da esperti in fiscalità e tributi (commercialisti, fiscalisti e tributaristi), in normative e legislazione (notai ed avvocati) nonché da professionisti (ingegneri, architetti, geometri, esperti visuristi, agenti immobiliari), in grado di affrontare le tematiche di attualità economica, fiscale e tributaria con l’obiettivo di fornire sempre informazioni complete, chiare ed aggiornate in modo semplice ed immediato.

Potrebbero interessarti anche

Aggiungi un commento

TROVA CIO' CHE TI SERVE
    Visura Italia Smart Focus banner sidebar

    Iscriviti alla Newsletter

    Iscriviti per essere sempre aggiornato su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi.

    Seguici

    smart-focus-visureitalia-banner-pubblicita